Home NOTIZIE Ultime I.P.T. Imposta Provinciale di Trascrizione

Concetti chiave

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi5
mod_vvisit_counterIeri17
mod_vvisit_counterQuesta Settimana64
mod_vvisit_counterSettimana Scorsa118
mod_vvisit_counterQuesto Mese287
mod_vvisit_counterMese Scorso619
mod_vvisit_counterSempre87639

We have: 4 guests online
IP: 54.234.45.10
 , 
Data: 18 01, 2018
I.P.T. Imposta Provinciale di Trascrizione PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 05 Febbraio 2014 11:08

IMPOSTA PROVINCIALE DI TRASCRIZIONE

 

L’esenzione IPT è concessa per il veicolo intestato direttamente al disabile, o a soggetto che lo abbia fiscalmente a carico per veicoli a benzina fino a 2000 cc. o a gasolio fino a 2800 cc. (in base a risultanze carta di circolazione).

Non è concessa l’esenzione in caso di cointestazione del veicolo.

L’esenzione è concessa per chi, al momento della presentazione della pratica, è in possesso dei seguenti requisiti:

Ridotte o impedite capacità motorie permanenti o patologie che riguardino gli arti inferiori. (art 8 L 449/97) Cosa occorre (circ. MEF 186/E del 15/7/98):
il certificato della commissione medica che attesti le impedite o ridotte capacità motorie permanenti;
copia della patente speciale;
l’adattamento funzionale del veicolo alle ridotte o impedite capacità motorie permanenti, in base alle risultanze della carta di circolazione.
se l’adattamento consiste nella prescrizione del cambio automatico occorre presentare la copia della prescrizione della Commissione medica pubblica, ai sensi dell’art 119 Codice della Strada.

Invalidità con grave limitazione della capacità di deambulazione (art 30 legge 388/00). Cosa occorre:

La grave limitazione della capacità di deambulazione può essere attestata da una certificazione di invalidità rilasciata da una commissione medica pubblica che attesti specificamente, "l’impossibilità a deambulare in modo autonomo o senza l’aiuto di un accompagnatore" e nel certificato stesso venga riconosciuta anche la gravità della patologia.

Nel caso in cui il disabile sia in possesso di un certificato di commissione medica pubblica che attesti la limitazione della capacità di deambulazione ma non la gravità, occorre allegare il riconoscimento della gravità ai sensi dell’art 3 c. 3 della legge 104/92, oppure il certificato di commissione medica pubblica che attesti la gravità della malattia.

Per i soggetti Down il certificato del medico curante consente il riconoscimento della gravità alla stregua del verbale di cui alla legge 104/92.

Amputazione di entrambi gli arti superiori(art. 30 legge 388/00) in base a risoluzione 8/07 dell’Agenzia delle Entrate. Cosa occorre:
il certificato della commissione medica che attesti l’amputazione di entrambi gli arti superiori.

Handicap psichico o mentale (art. 30 legge 388/00) Cosa occorre:
il certificato della commissione medica che attesti la natura psichica o mentale della patologia oppure il certificato del medico curante che attesti trattarsi di soggetto Down;
il verbale della commissione medica ai sensi della legge 104/92 (art. 3 comma 3- gravità) Oppure il certificato di commissione medica pubblica che attesti la gravità della malattia. Per i soggetti Down il certificato del medico curante consente il riconoscimento della gravità alla stregua del verbale di cui alla legge 104/92.
la certificazione attestante il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento (legge 18/80).

Ai disabili sensoriali, è riconosciuta la riduzione dell’IPT al 25%. Devono rientrare, in base a certificato della commissione medica, in una delle seguenti categorie:
cieco totale.
cieco parziale con residuo visivo non superiore a 1/20, in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore, anche con correzione, o con residuo binoculare inferiore al 10%.
ipovedente grave con residuo visivo non superiore a 1/10, in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore, anche con correzione, o con residuo binoculare inferiore al 30%.
sordomuto colpito da sordità alla nascita, o prima dell’apprendimento della lingua parlata.

L’esenzione/riduzione IPT si applica una sola volta nel corso di 2 anni salvo nel caso in cui il veicolo venga cancellato dal Pra. Non si applica ai disabili, che cedano il proprio veicolo per acquistarne un altro su cui realizzare nuovi e diversi adattamenti, la disposizione per la quale in caso di trasferimento di autovetture per le quali l’acquirente ha usufruito dei benefici fiscali prima del decorso del termine di due anni dall’acquisto, è dovuta la differenza fra l’imposta dovuta in assenza di agevolazioni e quella risultante dall’applicazione delle agevolazioni stesse.

Per approfondimenti: Regolamento IPT Milano

Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Febbraio 2014 11:58
 
Copyright © 2018 Anglat Delegazione di Milano. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner